COS’È UN BIODISTRETTO

È un’area geografica vocata al biologico in cui agricoltori, cittadini, operatori turistici, associazioni e pubbliche amministrazioni stringono un accordo per la gestione sostenibile delle risorse locali, partendo dal modello biologico di produzione e consumo (filiera corta, gruppi di acquisto, mense pubbliche bio). Il concetto di Biodistretto è stato elaborato da AIAB – Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica nel 2006 con l’intento di sviluppare il concetto di conversione territoriale al biologico.   Nel Biodistretto, o Eco-regione, la produzione dei prodotti biologici si coniuga indissolubilmente con la promozione del territorio e delle sue peculiarità, per raggiungere il pieno sviluppo delle potenzialità economiche, sociali e culturali. Il Biodistretto è quindi un patto territoriale tra il pubblico e il privato, che fa della sostenibilità, e quindi dell’agricoltura biologica, il proprio modello di sviluppo.   Il Biodistretto è un’area con un’alta e significativa presenza di aziende biologiche dove:  
  • l’agricoltura è ben integrata nel contesto ed ha un ruolo riconosciuto
  • i consumatori-cittadini sono interessati al Bio ed in generale all’ambiente ed alla sua gestione consapevole
  • le amministrazioni pubbliche sono attente alle scelte ambientali e al benessere dei cittadini
  • agriturismi, ristoratori, albergatori, artigiani e tutte le realtà imprenditoriali conoscono, usano e apprezzano i prodotti biologici