EXTENDAVITIS : Bollettino agro meteo meteo n°2 – 30 aprile 2019

Bollettino agro meteo n° 2 – 30 aprile 2019

Scarica bollettino in pdf

 

SITUAZIONE CLIMATICA : settimana incerta

Nella terza decade di aprile le temperature si sono abbassate soprattutto negli ultimi giorni, nei quali l’instabilità ha prodotto precipitazioni record. Le somme termiche al 29 aprile sono a 181 gradi-giorno (+48 sulla norma). Grandinate, spesso disastrose nell’area collinare del DOCG ma anche in pianura il giorno 26 ed anche il 28. Le previsioni meteo fanno sperare ad una attenuazione delle piogge per i prossimi 3 giorni.  

SITUAZIONE FENOLOGICA : accelerazione ma poi rallentamento

Il germogliamento nel Glera ( grafico sopra) è iniziato con un leggero anticipo ma poi ha rallentato ed infine, dove è grandinato ….? I vitigni a germogliamento tardivo sono germogliati nella norma. L’allungamento dei germogli è allineato con la norma per tutti i vitigni. I primi dati confermano una fertilità delle gemme superiore alla norma, come da previsioni. Ma le grandinate, laddove si sono verificate, hanno ridimensionato i dati.  

SITUAZIONE FITOSANITARIA : prime macchie?

Dal giorno 24 e successivi, sono state individuate le prime macchie di peronospora in situazioni molto particolari, in collina: su viti giovani vicino a terra e molto avanti con il germogliamento. Quindi in situazioni non presenti, al momento dell’infezione, nella maggioranza degli ambienti. Le abbondanti e continuative piogge dal 24 aprile e ancora in atto, sicuramente hanno innescato infezioni primarie la cui gravità si potrà valutare allo scadere dei rispettivi periodi di incubazione. Le grandinate, solitamente quando ci sono già le infezioni secondarie, comportano forti attacchi di peronospora. La difesa dovrà ispirarsi alla prevenzione delle infezioni secondarie, con interventi di copertura prima delle piogge previste o associati a prodotti endoterapici.

EXTENDAVITIS : Bollettino agro meteo n°1 – 16 aprile 2019

Bollettino agro meteo n° 1 – 16 aprile 2019

Scarica bollettino in pdf

 

SITUAZIONE CLIMATICA : settimana stabile

Nei primi 3 mesi dell’anno le piogge sono state scarse in gennaio e marzo; solo in febbraio sono risultate nella norma. In aprile e fino a metà, hanno già raggiunto le quantità totali del mese. Le temperature, nei tre mesi sono state molto superiori alle medie stagionali. Nella seconda decade di aprile si sono abbassate, portandosi, soprattutto le massime sotto alla norma. Le somme termiche al 15 aprile sono a 103 gradi-giorno (+62 sulla norma). Le previsioni meteo prevedono piogge significative da lunedì sera, soprattutto martedì 22.  

SITUAZIONE FENOLOGICA: germogliamento un po’ anticipato

Il Germogliamento nel Glera è iniziato dal 20-25 marzo (in anticipo di 6-10 giorni) ma le fasi successive si sono svolte con solo qualche giorno di anticipo. In genere il germogliamento è regolare lungo tutto il capo a frutto, con molti germogli doppi. La fertilità sembra in linea con le previsioni ma solo al controllo in vigneto si potranno avere dati più precisi. Notevoli sono le differenze tra le località, con l’alta collina di Valdobbiadene e le colline di Montebelluna e Maser più anticipate che la pianura.  

SITUAZIONE FITOSANITARIA

L’andamento meteo climatico dell’autunno-inverno, con poca pioggia, ha rallentato la maturazione delle oospore della peronospora. Le piogge di aprile potrebbero aver consentito una velocizzazione della maturazione e conseguentemente un inizio di germinazione, dato che i terreni sono stati bagnati, dai primi di aprile per lungo tempo. Le piogge del 12-13 aprile potrebbero aver innescato qualche infezione. Le piogge previste per martedì 22, consigliano di trattare prima del 22, con i soliti prodotti di copertura.

EXTENDAVITIS : Comunicato tecnico n°1 – 2019

EXTENDAVITIS : Comunicato tecnico n°1 – 2019


Scarica il comunicato in pdf

 

POTATURA DELLA VITE: QUANTE GEMME LASCIARE NEL 2019
(fertilità ottenuta con germogliamento anticipato)

Nel 2018 la produzione è stata molto superiore al normale, soprattutto nel Glera, a causa della elevata fertilità delle gemme e dell’elevato peso medio dei grappoli. L’equilibrio vegeto-produttivo si ottiene con l’armonizzazione di tutte le pratiche colturali. Una delle più importanti, è la quantità di gemme (“carica di gemme”), che si lascia con la potatura invernale. I disciplinari delle varie denominazioni obbligano a rispettare limiti produttivi massimi.
Conoscendo in anticipo la “fertilità delle gemme“ (il n° di infiorescenze, futuri grappoli, presenti in ogni nodo), è possibile stabilire, con una certa approssimazione, quanti nodi lasciare (per vite e per ettaro) per ottenere la produzione definita dai disciplinari.

Apri il comunicato per: fertilità delle gemme, cariche di gemme consigliate e alcuni consigli pratici.

 

EXTENDA VITIS : Bollettino agro meteo n°22 – 19 settembre 2018

Bollettino agro meteo n° 22 – 19 settembre 2018

Scarica bollettino in pdf

   

SITUAZIONE CLIMATICA: ancora bel tempo

Le ultime piogge significative sono state quelle dei primi giorni di settembre. Le temperature massime sono continuate su valori prossimi ai 30 °C. Le somme termiche hanno raggiunto il valore record di 2337 gradi-giorno (+601 sulle medie climatiche). In questa settimana è prevista la continuazione del bel tempo e delle temperature elevate.

 

SITUAZIONE FENOLOGICA: fine vendemmia


Come messo in evidenza nel precedente bollettino, i livelli produttivi, soprattutto del Glera sono stati eccezionalmente elevati. Ciò ha messo le piante in difficoltà nel procedere ad una regolare maturazione, determinando spesso un contenuto zuccherino basso. Lo stesso superamento dei livelli produttivi codificati dai disciplinari, ha posto, in alcuni casi viticoltori di fronte alla necessità di non vendemmiare parte dell’uva. Ciò non ha migliorato le caratteristiche dell’uva vendemmiata che rimane squilibrata e in genere povera. ExtendaVitis, già nel mese di gennaio aveva evidenziato, con l’analisi anticipata della fertilità delle gemme, che in questa annata era superiore alle medie del 2017 ed anche della media dei 20 anni precedenti. Nei vigneti si è invece constatata una carica di gemme eccessiva e molto superiore a quella consigliata. Ulteriori controlli eseguiti in pre-invaiatura avevano confermato l’elevata fertilità e constatato anche l’anomala dimensione dei grappoli che hanno comportato l’elevata produttività.

 

SITUAZIONE SANITARIA: sintesi dell’annata


L’annata si chiude con limitati problemi sanitari: la peronospora, nonostante i test non trattati fossero distrutti a fine giugno-primi di luglio, nei vigneti difesi non ha comportato particolari difficoltà. L’odio è comparso solo in vigneti storici nell’ ospitare il fungo. La botrite si è presentata con piccoli focolai con scarsa evoluzione durante la maturazione. Non vi sono stati problemi di rilievo nella difesa dagli insetti e dagli acari. Le malattie del legno invece si sono manifestate in modo consistente (mal dell’esca) e crescente come già si è avuto riscontro da alcuni anni.

EXTENDA VITIS : Bollettino agro meteo n°21 – 11 settembre 2018

Bollettino agro meteo n ° 21 – 11 settembre 2018

Scarica bollettino in pdf

 

SITUAZIONE CLIMATICA: ripresa del bel tempo


Dopo le piogge dei primi giorni di settembre, le temperature si sono gradualmente innalzate fino a tornare a superare i 30 °C le massime. Le somme termiche hanno raggiunto il valore record di 2242 gradi-giorno (+568 sulle medie climatiche). In questa settimana è previsto un ritorno di tempo momentaneamente instabile da venerdì.

SITUAZIONE FENOLOGICA: maturazione lenta


Si osserva un procedere lento della maturazione: un po’ è normale, avvicinandosi al limite genetico degli accumuli. Però dipende anche dalla situazione climatica dell’ultimo periodo ma soprattutto dalla situazione agronomica dei vigneti. L’eccessiva produzione presente sulle piante, soprattutto nel Glera, l’assenza di foglie giovani per i continui interventi di cimature ed i continui attacchi di peronospora sui conseguenti ricacci, possono essere la causa di scarsa sintesi ed accumulo di elaborati.

EXTENDA VITIS : Bollettino agro meteo n°20 – 4 settembre 2018

Bollettino agro meteo n ° 20 – 4 settembre 2018

Scarica bollettino in pdf

 

SITUAZIONE CLIMATICA: ripresa del bel tempo


Piogge da abbondanti a normali in provincia, il giorno 1 settembre ma nel veronese sono stati superati i 100 mm in poche ore. In provincia di Treviso è l’area nord-ovest ad avere precipitazioni maggiori; l’est veneziano ha avuto eventi contenuti di pioggia. Le temperature, dopo la discesa dei giorni di pioggia, sono in risalita. In questa settimana è previsto un ritorno di tempo perturbato, da giovedì sera.

SITUAZIONE FENOLOGICA: vendemmia merlot e glere in pianura


Il Merlot ed il Cabernet procedono nella maturazione con valori in equilibrio zuccheri. Acidi e pH. Il Glera procede nella maturazione con lenti accumuli di zuccheri ma con valori elevati di pH.

 

Per osservare le dinamiche della maturazione vi invitiamo ad osservare le tabelle nel bollettino pdf.

EXTENDA VITIS : Bollettino agro meteo n°19 – 29 agosto 2018

Bollettino agro meteo n°19 – 29 agosto 2018

Scarica bollettino in pdf

 

SITUAZIONE CLIMATICA: ripresa del bel tempo

Dopo le piogge dal 23 al 26 agosto, le temperature si sono molto abbassate ma ora sono in ripresa. Le precipitazioni sono state differenziate secondo le località, con eventi eccezionali a Castelfranco e Maser, con più di 100 mm. A Lison e Ponte di Piave invece si sono avuti gli eventi meno intensi. Le somme termiche al 29 agosto hanno raggiunto 2068 gradi-giorno + 531 sulle medie degli altri anni. A metà-fine settimana potrebbe esserci un cambiamento, con tempo variabile con qualche pioggia.

SITUAZIONE FENOLOGICA: precoci vendemmiati

I Pinot sono stati quasi completamente vendemmiati, con buoni risultati sia quantitativi che qualitativi e senza grossi problemi di sanità dei grappoli (presenti solo in pochi casi. Gli altri vitigni stanno maturando normalmente, anche se i valori del pH tendono ad essere elevati.

 

Vi invitiamo a visualizzare il pdf a disposizione per la visione dei grafici di Arpav ed ExtendaVitis.

EXTENDA VITIS : Bollettino agro meteo n°17 – 14 agosto 2018

Bollettino agro meteo n°17 – 14 agosto 2018

Scarica bollettino in pdf

 

SITUAZIONE CLIMATICA: cambio del tempo

Le temperature si stanno mitigando e le precipitazioni di ieri normalizzeranno ancora di più le temperature molto elevate dell’ultimo mese. Le piogge di ieri (22 mm) si sono maggiormente localizzate sulla fascia pedemontana. Le somme termiche al 13 agosto hanno raggiunto 1788 gradi-giorno + 481 sulle medie degli altri anni.

SITUAZIONE FENOLOGICA: verso maturazione

Dinamiche della maturazione: si conferma l’anticipo evidenziato all’invaiatura [vedi grafici].

EXTENDA VITIS : Bollettino agro meteo n°16 – 8 agosto 2018

Bollettino agro meteo n°16 – 8 agosto 2018

Scarica bollettino in pdf

 

SITUAZIONE CLIMATICA: temperature molto elevate

Il periodo statisticamente più caldo dell’anno va dalla terza decade di luglio alla prima di agosto comprese. Ciò si sta verificando in questi giorni, con punte di 37-38 °C. in qualche località. Le precipitazioni sono state sparse e scarse. Le somme termiche al 7 agosto hanno raggiunto 1696 gradi-giorno + 458 sulle medie degli altri anni.

SITUAZIONE FENOLOGICA: verso maturazione per i precoci

Le curve dell’andamento di zuccheri ed acidi si collocano vicino a quelle degli anni precoci: 2003 e 2007. Nel Glera e nel Merlot addirittura coincidono.

EXTENDA VITIS : Bollettino agro meteo n°15 – 1 agosto 2018

Bollettino agro meteo n°15 – 1 agosto 2018

Scarica bollettino in pdf

 

SITUAZIONE CLIMATICA : temperature molto elevate

La terza decade di luglio si sta qualificando per temperature molto elevate e superiori alle medie climatiche, con punte di 37 °C. in qualche località. Le precipitazioni sono state scarse; le ultime precipitazioni son state dal 20 al 22.

SITUAZIONE FENOLOGICA: verso maturazione

Tutti vitigni, ad eccezione di quelli tardivi continuano la maturazione con un buon anticipo: le curve degli andamenti del 2018 si collocano vicino a quelle degli anni più precoci (2007 e 2017).  

SITUAZIONE FITOSANITARIA: oidio e botrite in aumento

Dalla peronospora i grappoli sono fuori pericolo, ma non le foglie delle femminelle che continuano a crescere eccessivamente (eccesso di vigore =  concimazione squilibrata) e vengono invase da infezioni continue. Ora le elevate temperature rallenteranno le infezioni e la crescita delle femminelle. La difesa si sposta sul fronte della botrite sui grappoli dei pinot.